Luca Montanari in partenza per il Cho Oyu

Viaggi e spedizioni | Commenti disabilitati su Luca Montanari in partenza per il Cho Oyu

La data della partenza si avvicina: il 31 agosto Luca Montanari, guida alpina XMountain, insieme ad altri 4 alpinisti, partirà in spedizione per il Cho Oyu, la sesta montagna più alta della terra, con i suoi 8201 m di altezza.

Un Ottomila. Perché? E’ una domanda lecita. E la risposta è molto semplice: “è utile per acquisire esperienza”. Ma con quale obiettivo? “Aprire nuove vie sui Seimila”.

Sembra un ragionamento contradditorio. Eppure ha la sua logica. Quella di Luca Montanari. “E’ necessario mettere insieme esperienze diverse”, ci spiega. Le altissime quote aiutano ad allenare la testa. “Dopo i 7000 metri ti senti spossato, ed è allora che entra in funzione la testa, l’unica in grado di portarti in vetta”. Gli 8000 ti portano dunque al limite fisico e mentale. E solo accumulando salite su queste altitudini si possono affrontare le cime più alte al mondo, le più famose, come l’Everest.  “Le salite sui ghiacciai delle nostre Alpi sono invece una palestra fondamentale per affinare la tecnica”. Ecco quindi che entrambe le esperienze completano la preparazione di alpinisti che, come Luca, hanno il desiderio di affrontare quei 6000 nepalesi ancora sconosciuti, ma di difficoltà tecnica rilevante.

Dietro alla spedizione, però, c’è anche un lato umano, al quale Luca tiene particolarmente. Forse il più importante. “La cima è il contorno di un viaggio”, che ha due direzioni: la scoperta dell’altro e la scoperta di se stessi. “In 45 giorni sei a stretto contatto con le persone con le quali hai deciso di condividere la spedizione”. E non solo. “Si ha la fortuna di conoscere anche culture nuove e diverse”.

Un lato umano che si rivela anche nel sostegno della fondazione “Nepal Senza Frontiere” Onlus, seguita dall’alpinista Fausto De Stefani, grazie alla quale è stato possibile costruire un ospedale e delle scuole per bambini senza fissa dimora. Terminata la spedizione, Luca, Luciano, Samuele, Massimiliano e Bogdan, porteranno personalmente a Kathmandu due bidoni di donazioni e  medicinali raccolti in Italia.

Il viaggio di Luca proseguirà nella veste di guida alpina, la sua professione, la sua passione: accompagnerà infatti un gruppo di persone lungo il Trek dell’Everest con ascensione all’Island Peak (6200 mt).

Insomma, un periodo di due mesi in cui Luca metterà alla prova le sue capacità, non solo tecniche e mentali, ma anche organizzative. Dal 2007 infatti è impegnato nella gestione di viaggi avventura, trekking e spedizioni in tutto il mondo. In questo arco di tempo ha salito più di 10 cime importanti. Ha instaurato contatti importanti con le agenzie locali del Sud America e del Nepal. Tutto questo, con l’obiettivo di fare diventare la Scuola Xmountain un riferimento in tema di viaggi e spedizioni.

Scarica la relazione tecnica dell’ascensione al Cho Oyu.
Non perderti la serata di presentazione della Spedizione, che si terrà il 29 luglio 2014 presso Villa Cariola, a Pazzon (Caprino Veronese), ore 21.00. Scarica la locandina.