Water Climbing School: l’arrampicata con la pioggia

Alpinismo, Arrampicata | Commenti disabilitati su Water Climbing School: l’arrampicata con la pioggia

26 Settembre, autunno e fine dell’estate… ma che estate!
Molto giornate sono finite sotto la pioggia e ciò ha condito di molto l’avventura sulle pareti delle Dolomiti per molti alpinisti. “Arrampicare sul bagnato è molto particolare… quando ci si abitua si scopre che non è così impossibile e che le scarpette tengono!”, ci dice Nicola Tondini, ormai esperto di “water climb”.
Ma lasciamo la parola a chi ha vissuto con Nicola questa esperienza.

Water climbing school #1 – Marmolada parete Sud, via Sudtirolesi fino alla cengia + diretta Messner fino in cima

“ Quest’estate sono riuscito a realizzare un sogno…salire la Parete Sud della Marmolada, ma non sono stato particolarmente fortunato con il meteo nonostante le previsioni fossero buone. Così mi sono ritrovato nell’immensa Parete sud in compagnia di Nicola e di una noiosissima nebbia prima e di una piacevole pioggia ghiacciata negli ultimi tiri, esperienza che mi ha fatto capire quanto questa Parete sia diversa dalle altre! Ritrovarsi  a 3.000 metri con un tiro impegnativo , per me, a mettere le mani su prese fradice di acqua e con le dita addormentate dal freddo non è stato entusiasmante, ma sicuramente un’avventura che ricorderò. Avessi dovuto affrontare da primo quei tiri in quelle condizioni sinceramente sarebbe stato imbarazzante, ma grazie a Nicola tutto è finito con l’uscita dalla via in tempi ragionevoli e con una bella corsa sulla neve per prendere la funivia, logicamente sempre in compagnia della nebbia, che è stato una goduria!!!

Così la Parete Sud l’ho vista la mattina alle 06.30 e poi non più…non mi resta che tornare!”

Alessandro