ARCO CLIMB 2016. Tre settimane tra divertimento, impegno, condivisione. Arrampicando, sempre!

Arrampicata | Commenti disabilitati su ARCO CLIMB 2016. Tre settimane tra divertimento, impegno, condivisione. Arrampicando, sempre!

La montagna è tante cose: è un’aspirazione, un progetto, un modo di vivere, uno stato d’animo. E per i più piccoli, è un fantastico terreno di gioco, prima di diventare tutte queste cose.
La montagna permette loro di stare a stretto contatto con la natura, di sentire profumi ed odori che evocano sensazioni incredibili e misteriose di appartenenza alla terra. O meglio, con la roccia.

Dopo un anno trascorso all’interno di una palestra, alle prese con allenamenti e sessioni di gara per gli agonisti, finalmente arriva il tanto desiderato – e sudato – premio: la roccia vera!, ed una settimana all’aperto, tra attività da svolgere insieme e notti in tenda.
Le giornate? Perfettamente organizzate: ognuno aveva un compito e contribuiva a far funzionare la comunità, attraverso un’equa e periodica suddivisione dei compiti, dalla pulizia dei servizi, alla preparazione della cena, alla pulizia delle stoviglie.
Le attività sono state molteplici:
falesie: oltre 480 tiri con una media di 5 tiri a bambino, tra tiri a vista e lavorati dal 4a all’8a, sia da primi che da secondi,
ferrate, come quella di Rio Salagoni
Escursioni sul monte Altissimo r monte Stivo.
Abbiamo pensato alla preparazione dei campi estivi con obiettivi ben precisi, mettendo al centro di tutto i nostri ragazzi:
favorire i legami e le relazioni positive tra di loro, grazie ad un clima sereno e fraterno,
favorire l’autonomia di ognuno e migliorarne la disciplina
migliorare la stima di se stessi, attraverso la condivisione di attività, ruoli e compiti che stimolano l’autocontrollo e il desiderio di imparare
aumentare la competenza e la tecnica verticale.
Quanto abbiano fatto bene queste settimane ai nostri ragazzi, è difficile dirlo, ora. Noi sappiamo solo che si sono divertiti, hanno risvegliato in loro il desiderio della scoperta e dell’avventura. hanno trascorso tutto il tempo disponibile in contatti e relazioni, lontano da dispositivi e social e vicini gli uni agli altri. E hanno scalato, tantissimo!
Ci dice la nostra guida alpina Lorenzo D’Addario: “Uno uno dei motivi per cui sono diventato guida era proprio questo: vedere gli occhi dei ragazzi increduli, affascinati , innamorati della stessa cosa che io adoro, la terra e i suoi elementi naturali. E in particolare quell’elemento che ci ha stregato tutti: la roccia.
Arrampicare fa crescere il vostro carattere attraverso esperienze uniche , crea legami solidi tra di voi. Grazie all’arrampicata imparate ad essere sempre più leali e corretti, stringendo un legame indissolubile tra voi e la terra, passando attraverso una porta segreta che solo pochi privilegiati conoscono ed attraversano. Privilegiati, come voi”.
Le tre settimane in numeri:
1°settimana 14-18 anni scuole superiori
2°settimana 6-13 anni scuola primaria
3° settimana 6-18 anni gruppo agonistico
Località :Laghel di Arco (Tn) pernottando in tenda
Numeri:75 ragazzi divisi in gruppi da 12. Ogni gruppo seguito da una Guida Alpina, un Istruttore Fasi ed un logistico.
Adulti al campo:
Guide alpine: Lorenzo d’Addario e Luca Montanari
Istruttori: Fasi Giulia Zampolli ed Enrico Fedolfi
Logisti: Federica Riccomi, Matteo Monfrini,Luca e Lorenzo.
Arrivederci alla prossima estate!
Lorenzo D’Addario, Luca Montanari

IMG_20160708_234935_228 IMG-20160708-WA0001 IMG-20160708-WA0005 IMG-20160708-WA0009 IMG-20160708-WA0016 IMG-20160708-WA0020