Flash di bellezza glaciale

Alpinismo, Racconti | Commenti disabilitati su Flash di bellezza glaciale

La montagna custodisce luci, forme, colori che solo chi è profondamente innamorato di essa può cogliere. Che si affronti una traversata, una salita impegnativa, una discesa ripida con gli sci o una tranquilla escursione, ad un certo punto la montagna ti costringe a fermarti per ammirarla. E a scoprire  un mondo segreto e incantevole, accessibile a pochi.

Stavolta Tommaso ci racconta il suo modo di vedere la montagna, vista attraverso molteplici sfumature.

CILINDRETTI CAVI CON PIETRUZZA

Miriadi di pietruzze variopinte sono sparse sulla superficie del grande ghiacciaio; il sole le scalda ed il calore che accumulano scioglie il ghiaccio su cui poggiano, le fa affondare di qualche centimetro e scava un cilindretto.
Quando l’alpinista, camminando, guarda dinnanzi a sé, vede solo una superficie uniforme di ghiaccio. Quando invece guarda i propri piedi può scorgere in un rapido susseguirsi prospettico i cilindretti cavi con la pietruzza appoggiata al fondo. Ne appaiono a centinaia e solo all’ultimo istante, ed accolgono pietruzze di tutte le dimensioni, forme e colori.

ACQUE SANTIERE CON PELLICOLA DI GHIACCIO

Sono piccole vaschette in bassorilievo piene d’acqua e sono scavate nel manto glaciale.
Di notte, a causa del ciclo di fusione e rigelo, si verifica un fenomeno straordinario le cui conseguenze sono apprezzabili all’alba prima che il sole sorga: il gelo ghiaccia la superficie dell’acqua della vaschetta e crea una fine pellicola di ghiaccio, poi l’acqua drena all’interno dell’acquasantiera e scende di livello fino a stabilizzarsi di nuovo formando un’altra pellicola per poi continuare a drenare all’interno del ghiacciaio.
Alle prime luci dell’alba l’alpinista passeggia sul grande ghiacciaio e può rompere con il bastoncino il ghiaccio e apprezzare i vari strati di pellicole fino a raggiungere finalmente l’acqua.
La cosa sorprendente è che queste pellicole di ghiaccio hanno spessori inferiori al millimetro e sembrano sottili coperchi della vaschetta, come particole sopra al calice.
MISTERIOSA é la spiegazione del fenomeno per cui l’acqua drena dalla vaschetta all’interno del ghiacciaio permettendo non già la formazione di ghiaccio spesso ma solo di pellicole.
SINGOLARE é il suono emesso dalla rottura del ghiaccio che dipende dallo spessore della pellicola: può essere paragonato al suono di quando una meringa viene spezzata in due.

INSETTI GLACIALI

Un altro sorprendente e raro fenomeno che si può scorgere andando per ghiacciai alpini é lo svolazzare di api e farfalle nel severo ambiente composto solo di ghiaccio, neve e rocce in cui anche gli esseri umani si avventurano solo per brevi periodi.
Cammini affannosamente sotto il sole udendo solo il susseguirsi dei passi scricchiolanti dei ramponi quando tutto a un tratto comincia a ronzarti attorno un’ape forse attratta dal vestiario cromaticamente sgargiante.
Crede che siamo dei fiori?
Cosa l’ha portata in alta quota? Forse una corrente d’aria a cui non é riuscita a resistere?
Sulla cima del Pigne d’Arolla ho visto anche una farfalla dove non vi erano altre forme di vita né animali né vegetali. Sorpresa e incanto.

SPENNELLATE DI CALCITE

La Regina d’Argento ha certamente uno dei ghiacciai più sofferenti dell’arco alpino; alla sua base si susseguono calcari levigati con morbide forme scolpite pazientemente dal lento muoversi del ghiacciaio.
Un occhio attento può notare, sui grigi calcarei, grezze spennellate di calcite bianca che donano alla splendida Regina ancora più bellezza.
Quando i ghiacciai si ritireranno, i grandi monti metamorfici occidentali saranno cupi ammassi di pietra. Ma l’argentea Marmolada sarà sempre lei, bella ed elegante.

SCARICA IL TESTO IN PDF.

il-respiro-della-terra2-mont-blanc

Il respiro della terra – Mont Blanc

miniature-glaciali2-val-dherens

Miniature glaciali – Val d’Herens

giglio-grillo-val-di-fassa

Giglio grillo – Val di Fassa

gatta-alpina2-grenz-gletscher

Gatta alpina – Grenz Gletscher

dune2-ghiacciaio-dotemma

Dune – Ghiacciaio Dotemma

bolle2

Bolle